Educazione all'imprenditorialità all'Università degli Studi di Brescia con Rete CAUTO | News | Cauto

Educazione all'imprenditorialità all'Università degli Studi di Brescia con Rete CAUTO

27/01/2020

Rete CAUTO partecipa al progetto "C Lab" dell'Università degli studi di Brescia, un'attività formativa extracurriculare di educazione all'imprenditorialità.

Il progetto C Lab dell'Università degli studi di Brescia è un'attività formativa extracurriculare di educazione all'imprenditorialità. Un vero e proprio percorso, più che un corso, in cui team di lavoro si definiranno come micro startup alle prese con problemi specifici, strumenti e tecniche per realizzare la propria idea imprenditoriale.  

L'imprenditorialià è infatti una delle otto competenze chiave individuate nel 2018 dalla nuova Raccomandazione del Consiglio Europeo per la promozione di valori comuni, di un'istruzione inclusiva e della dimensione europea di insegnamento.  Finalità della Raccomandazione quella di «individuare e definire le competenze chiave necessarie per l'occupabilità, la realizzazione personale e la salute, la cittadinanza attiva e responsabile e l'inclusione sociale».  In questo contesto culturale e normativo l'Università degli Studi di Brescia lancia l'idea e il progetto di un percorso che consente di saper tradurre le idee in azione, con creatività, innovazione, assunzione di rischi, capacità di pianificare per raggiungere obiettivi. In un concetto solo, sviluppare competenza imprenditoriale, una competenza che aiuta gli individui ad acquisire consapevolezza del contesto in cui lavorano e poter scegliere e cogliere le opportunità che si offrono.  

C Lab prevede un programma con inizio a novembre 2019 e fine a maggio 2020. Per questa occasione, la fine è un vero e proprio nuovo inizio imprenditoriale. Il calendario di C Lab è fitto di esperienze più che di teoria, le lezioni sono attività di coaching, attività teatrale, audizione dei team di lavoro; workshop, storytelling, incontro con gli investitori e Pillole Rosse, cioè incontri e confronti con imprenditori su macro temi decisivi.  Martedì 28 gennaio sarà la volta di CAUTO per la Pillola Rossa Imprenditori e inclusione, una riflessione sul ruolo degli imprenditori all'interno del più ampio dibattito sull'inclusione sociale.  

Michele Pasinetti, direttore generale della Rete CAUTO cercherà di rispondere alle domande che il percorso pone sull'approccio all'inclusione sociale, su quale sia il ruolo dell'imprenditore.  Assieme a CAUTO, Gefran e CSVnet.  Per continuare a seguire il percorso e avere maggiori informazioni:  www.clab.unibs.i