Rassegna Stampa Istituzionale 31/05/2018 Caritas, una piramide solidale alta come due grattacieli


Avvenire 31/05/2018 – Caritas, una piramide solidale alta come due grattacieli – L’anno scorso raccolte 10.800 tonnellate di indumenti usati

Una piramide grande come il campo di San Siro e alta 375 metri, più o meno come i due grattacieli simbolo di Milano – Pirellone e Torre Unicredit – uno sopra l’altro. È l’equivalente delle 10.800 tonnellate di indumenti usati raccolti nei cassonetti gialli dalla rete “Riuse” che comprende sette cooperative sociali del consorzio Farsi prossimo della Caritas Ambrosiana nel 2017. In 20 anni ne hanno raccolte oltre 120 mila tonnellate. Tutto nasce nel 1998 dall’idea di dare continuità alla giornata diocesana della raccolta di indumenti usati, effettuata dal 1985 un sabato di maggio. Il progetto prevede non solo la redistribuzione di abiti in buone condizioni ai poveri nei centri di ascolto, ma l’avvio di un circuito imprenditoriale che dia lavoro con la raccolta e i successivi passaggi della filiera, che prevedono dopo la raccolta, la separazione, l’igienizzazione e la rivendita anche all’estero sui mercati dell’usato…

Dal 2017 nella rete “Riuse” è entrata anche la coop Cauto promossa dalla Caritas di Brescia. «Abbiamo unito il nostro cammino a quello delle cooperative attive nell’arcidiocesi di Milano perché insieme potremo meglio garantire le persone che ci donano i loro abiti», ribadisce il vicedirettore Marco Danesi. La raccolta dai 1500 cassonetti gialli con il marchio Caritas al territorio milanese (500 a Brescia) e lo slogan “Dona Valore” ha generato solo l’anno scorso risorse economiche per finanziare progetti di solidarietà in diocesi di Milano per 362.000 euro e in quella di Brescia per 109.000 euro. Ha inoltre garantito un lavoro regolare a 76 persone di cui 29 svantaggiate e 26 ex senza dimora e disoccupati over 40.

Continua in allegato