Circular Textiles: economia circolare di moda, per la moda e con la moda

14/01/2021

CAUTO è tra i partner del progetto che abbraccia la filiera tessile nelle diverse declinazioni di sostenibilità sociale e ambientale.

Da sempre CAUTO è impegnata nella filiera del recupero dei materiali trasformando scarti in nuova materia di riutilizzo. In particolare la raccolta degli abiti usati “Rivesti di Valore il Mondo”, in collaborazione con Caritas Diocesana di Brescia, integra con l’innovazione e la ricerca il valore della SOSTENIBILITA’. L’ultimo importante progetto innovativo a cui CAUTO partecipa portando la propria esperienza in tema di Economia Circolare nella filiera produttiva del tessile si chiama Circular Textiles. Ancora una volta ritornano le tre direttrici di CAUTO: agire sociale, agire ambientale e agire in rete per la sostenibilità integrata.

Ed infatti il progetto è in partenariato di eccellenza e coinvolge, oltre a CAUTO, imprese che hanno nel proprio DNA un’attenzione alla continua ricerca di soluzioni innovative. La creatività in grado di valorizzare e mettere a sistema competenze strategiche per l’efficace implementazione di processi circolari, generativi di innovazione secondo i principi di sostenibilità, nella sua accezione più ampia: sociale, ambientale ed economica.

Oltre a CAUTO sono coinvolti nel progetto:

CENTRO TESSILE COTONIERO E ABBIGLIAMENTO S.P.A. (CENTROCOT) di Busto Arsizio (VA), in qualità di capofila;

T.B.M. S.P.A. di Besnate (VA);

FRAMIS ITALIA S.P.A. di Gaggiano (MI);

G.P.S. TECH S.R.L., start up innovativa con sede presso Fondazione UNIMI, l’hub per il Trasferimento Tecnologico e la creazione di startup innovative dell’Università degli Studi di Milano.

Sono attive due linee di ricerca:

– il riutilizzo di fibre naturali, al fine di ridurre ogni spreco, con soluzioni di sorting innovative e il recupero di fibre vergini seconde;

– l’individuazione di soluzioni di riciclo nell’ambito dei poliuretani termoplastici, spesso usati in combinazione con fibre naturali o sintetiche, per poter ottenere soluzioni adatte a nuovi design o utilizzi industriali sia nel tessile che in altri settori.

Partendo dal concetto di economia circolare, il progetto abbraccia la filiera tessile coinvolgendo i partner in modo proattivo nei vari aspetti di simbiosi industriale e nelle diverse declinazioni di sostenibilità sociale e ambientale.

Scopri di più visitando il sito del Progetto CIRCULAR TEXTILES: grazie al POR FESR, la filiera Tessile-Moda lombarda diventa circolare (regione.lombardia.it)