Rassegna Stampa Istituzionale 25_02_2018 La sharing economy di CAUTO


 

 

 

La sharing di CAUTO che ricuce i territori e le comunità nasce dal progetto Banco di Comunità, avviato circa due anni fa nel territorio di Castiglione delle Stiviere.

Da allora sono state avviate altre esperienze, come nel territorio della Franciacorta, con il Banco del Riuso e il modello che genera Benessere di Comunità attraverso un’ economia di condivisione, basata sulle relazioni, sulla reciprocità e sui legami sociali, ha suscitato l’interesse di manifestazioni e osservatori attenti come Sharitaly, La Biennale di prossimità, Il NOW -Festival del futuro sostenibile di Cernobbio.

L’obiettivo è poter trasferire un modello su territori che possano attivare dinamiche di condivisione e partecipazione in grado di rispondere ai bisogni del contesto. Ciò che porta CAUTO nelle diverse esperienze è connaturato nel proprio DNA aziendale che ha il suo tratto distintivo nel suo essere “cooperativa sociale” in grado di guardare oltre senza perdere il fine.

La capacità di leggere i nuovi bisogni, e di rispondere con innovazione tecnologica in grado di ricucire le distanze e i legami sociali sempre più sfilacciati, ha una storia importante e radicata nella cooperazione sociale. La Rete di cooperative sociali CAUTO la rivendica con orgoglio e la interpreta, ogni giorno, con esperienze progettuali al passo con i tempi e come in questo caso, percorritrici dei tempi. Anche a livello organizzativo, tali capacità hanno ridisegnato l’assetto operativo della cooperativa stessa, dando vita ad un settore dedicato e denominato Officina Sociale. Una risposta a sollecitazioni crescenti dei così detti portatori di interessi, con l’acuirsi della crisi economica e dei nuovi disagi sociali.

Il 1 marzo il modello potrà contare su uno strumento di comunicazione in più: un sito web dedicato (www.bancodicomunita.it), per conoscere, richiedere informazioni e attivare nuove esperienze di economia collaborativa e con cui entrare in contatto direttamente col settore dedicato “Officina Sociale”.

Oggi ne parla anche Nòva Sole24Ore attraverso lo sguardo esperto di Alessia Maccaferri, che ha intervistato il direttore Michele Pasinetti.

In allegato la versione integrale consultabile anche su:

http://nova.ilsole24ore.com/progetti/la-sharing-che-ricuce-i-territori-e-le-comunita/

nova

Buona lettura, 

Ufficio stampa Rete CAUTO